Cari Amici,

ci ritroviamo nel mese di ottobre, con alle spalle appena concluso il seminario sull’Effettivo, con partecipazione numerosa ed attiva dei nostri soci, che ringrazio davvero molto per l’interesse dimostrato.
Il calendario rotariano ha dedicato il mese di ottobre al tema dello Sviluppo Economico e Comunitario, una delle principali aree d’intervento del Rotary.

Lo sviluppo dell’economia in comunità che versano in uno stato di impoverimento e bisogno si attua principalmente creando lavoro e sostenendo l’imprenditoria, nello specifico attraverso la formazione, l’affiancamento e la creazione di possibilità di accesso alle risorse.
In quest’ambito sono ricomprese moltissime iniziative, come lo sviluppo del microcredito, la creazione di infrastrutture finanziarie, lo sviluppo di una formazione professionale e di leadership, la fornitura di attrezzature e materiali per implementare la produzione e le vendite a livello locale.

Il desiderio di operare a favore della comunità in maniera concreta è stato e continua a rappresentare una delle spinte all’azione rotariana, che fin dal passato, si è distinta per la diversità di approccio, la visione d’insieme e l’efficacia delle soluzioni proposte.

Paul Harris aveva sin dal principio compreso il valore di quelle che oggi vengono da Mark Maloney chiamate connessioni: lo strutturarsi delle relazioni e degli scambi generano sviluppo e creano valore, ed è stata proprio questa volontà di incidere sulla comunità, attraverso solide relazioni, a dare vita alla mission rotariana.

Oltre al resto, ciò che distingue l’operare rotariano dalla charity è compreso proprio nel concetto di sviluppo: alla base dei nostri service, siano essi locali o globali, ritroviamo l’attenzione alla comunità di riferimento, la ricerca del bisogno effettivo, la messa in opera di iniziative che pongono le basi per la creazione di valore nel tempo.

Non solo, il Rotary oltre a creare sviluppo, ricerca attivamente la sostenibilità: secondo una definizione accreditata il termine di sostenibilità sociale indica un "equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze presenti senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie".

Questa attenzione al futuro, la spinta verso il cambiamento positivo, guida i nostri progetti e ci impegna in una prospettiva più ampia, ci costringe ad una riflessione maggiore e ci apre a sfide più grandi e più complesse.
Il 24 ottobre si celebra il “World Polio Day” per ricordare la nostra battaglia più grande, per dare il giusto risalto ai nostri successi e per spronarci a continuare a lottare per un mondo libero dalla Poliomielite.
Sappiamo che lo scorso 22 agosto è stata la dead line per poter dichiarare la Nigeria Polio Free, un traguardo davvero importante, in un territorio lontano e complesso.

E allora continuiamo a lottare, continuiamo a donare per poter realizzare la meta che siamo prefissi e realizzare il sogno rotariano.

Il 23 ottobre il Rotary sarà a presente nei reparti del Gaslini, con un concerto per i bimbi ricoverati, mettendo in campo l’opera e la sensibilità dei nostri soci, che ringrazio per l’impegno e l’iniziativa.

Il 24 ottobre inoltre, sarà a sostenuto dal Distretto il Concerto Paganiniano realizzato dalla scuola violinistica italiana: il concerto è aperto a tutti i soci, troverete sul sito distrettuale la locandina dell’evento, e il ricavato sarà donato alla campagna End Polio Now.

A celebrare invece i 15 anni dalla nascita, sarà il Rotary Campus, che, come avrete avuto modo di leggere, quest’anno porterà in Crociera i nostri ragazzi, per consentire loro di vivere un importante esperienza di viaggio su di una grande nave: ringrazio i rotariani che si sono spesi per questa iniziativa ed i volontari che hanno scelto di donare un po’ del loro tempo per affiancare i ragazzi in questa avventura.

Ricordo ancora a tutti Voi l’evento dedicato a Gary Huang (Chair of the Rotary Foundation Trustee), che onorerà il nostro Distretto con la sua visita e per il quale abbiamo organizzato “ROTARY FOUNDATION E WORLD POLIO DAY” Mercoledì 6 Novembre 2019, a partire dalle ore 16,30 presso il Palazzo della Meridiana di Genova.

Vi aspettiamo.

Con amicizia