Seguici sui Social Network

Agenda dei Club

 

Visualizza le riunioni in programma

dei Rotary Club del Distretto

Agenda del Distretto

 

Visualizza gli eventi in programma

del Distretto 2032

 

Gian Michele Gancia

Governatore
Distretto 2032 A.R. 2018 - 19

gianmichele.gancia@rotary2032.it

Lettera del Governatore

Care Amiche, cari Amici,

 

con il mese di marzo iniziamo l’ultimo quadrimestre dell’anno rotariano, quattro mesi importanti e essenziali per concludere bene i Progetti che stiamo svolgendo, e, perché no, per realizzarne di nuovi, che abbiamo ideato fra noi rotariani riflettendo su come essere di ispirazione e agire insieme per concretizzare cambiamenti positivi e sostenibili.

 

Se riusciremo in questi mesi ad aumentare la progettualità dei nostri Club faremo del bene a chi ne ha bisogno, amplieremo l’interesse per il Rotary, la curiosità di conoscerlo meglio e la voglia di farne parte.

 

Nei mesi scorsi, durante la cerimonia di costituzione del Rotary Club Satellite Valle Scrivia, ho chiesto a un nuovo Socio perché avesse accettato di fare parte del Rotary e la risposta è stata: “So che il Rotary svolge importanti progetti per migliorare le Comunità più disagiate e per creare opportunità positive alle persone, voglio anch’io collaborare a questi progetti con le mie abilità, la mia fantasia, un pò del mio tempo”.

 

Promuoviamo e sviluppiamo quindi progetti umanitari incisivi e duraturi, facciamo in modo che i nostri progetti siano effettivamente sostenibili e sono certo che così facendo aumenteremo anche l’effettivo dei nostri Club.

 

Il mese di marzo è tradizionalmente dedicato dal Rotary ai progetti sull’acqua pulita e sull’igiene idrico-sanitaria, infatti quando una Comunità può accedere a strutture idrico-sanitarie idonee e funzionali il numero delle malattie diminuisce, i bambini vivono in buona salute, i giovani frequentano con più assiduità la scuola, le madri impiegano meno tempo per procurarsi l’acqua: quando ciò accade vuol dire che il progetto ha migliorato la qualità della vita delle persone.

 

Risolvere il problema dell’accesso all’acqua potabile porta con sè la spinta a una formazione ed educazione di base più strutturata, attenua divisioni e conflitti presenti nella collettività, favorisce anche la possibilità di vivere in pace.

Spingiamo i nostri Club a unirsi ad altri Club e a svolgere, utilizzando le sovvenzioni globali, progetti idrico-sanitari di grande impatto in territori che hanno l’acqua come prima necessità. Così facendo non solo risolveremo il problema dell’acqua pulita e dell’igiene, ma daremo impulso alla formazione e all’educazione dei giovani, allo sviluppo economico e alla pace del territorio.

 

Naturalmente dobbiamo continuare a perseguire gli obiettivi che abbiamo fatto nostri e che caratterizzano quest’anno rotariano 2018-2019: rafforzare l’effettivo dei nostri Club, per renderli sempre più forti, sostenere con decisione il programma PolioPlus, per contribuire personalmente a donare a ogni bambino un mondo senza poliomielite, promuovere i programmi giovanili del Rotary International come il RYPEN, il RYLA, lo scambio giovani, le borse di studio ordinarie e le borse di studio della pace, intensificare i rapporti di collaborazione esistenti tra Rotary e Scuola, creare i presupposti per formare nuovi Club Rotary, Rotaract, Interact ed estendere così il messaggio del Rotary, ispirare rotariani e non rotariani a condividere le buone cause del Rotary.

 

Per ispirare però dobbiamo agire mettendo in pratica una leadership di servizio, assumere una posizione di servizio nelle relazioni con gli altri, anteporre sempre gli interessi degli altri ai nostri interessi. Cercare di concretizzare il motto rotariano service above self.

 

A questo proposito il prossimo 9 marzo a Genova svolgeremo il seminario distrettuale Leadership sul tema “Il prossimo è il nostro futuro”; insieme metteremo al centro del nostro dibattere la risorsa, molto spesso trascurata, costituita da chi sta accanto a noi e con noi può condividere progetti utili a creare opportunità positive e a provocare cambiamenti vantaggiosi per tutti. Così facendo stabiliremo nuove amicizie, faremo del bene anche alle nostre Comunità, promuoveremo l’immagine del Rotary.

 

Per fare qualcosa di significativo per i nostri territori e per mantenere saldi i legami di amicizia, sabato 6 aprile, all’Auditorium del Casinò di Sanremo, organizzeremo con gli amici francesi del Distretto 1730 (PACA), con cui siamo gemellati, il Primo Forum delle Alpi del Mediterraneo per sostenere la proposta a territorio dell’UNESCO dei Parchi transfrontalieri delle Alpi del Mare.

 

Sarà un’occasione importante per rafforzare i rapporti di collaborazione con i Club e i Rotariani francesi e per progettare azioni di servizio anche a favore dei nostri due Distretti, che storicamente sono uniti da fruttuose relazioni di lavoro, di studio, di ricerca e che, nella visione internazionale del Rotary, hanno la ferma volontà di consolidare sempre di più il loro essere nell’Europa.

 

Finisco con un invito unito a un desiderio personale: facciamo in modo di raggiungere, come Distretto 2032, i 40 partecipanti alla Convention Internazionale di Amburgo.

 

Durante le visite ai Club ho cercato di entusiasmaVi e di convincerVi a partecipare, oggi siamo a quota 37 iscritti; facciamo uno sforzo e arriviamo a 40 amici per vivere un’esperienza unica, fare festa insieme a tanti altri amici ad Amburgo, portare il messaggio della Convention nei nostri Club e così connessi continuare a essere di ispirazione,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lettera di Marzo 2019

Seguici sui Social Network