Seguici sui Social Network

Agenda dei Club

 

Visualizza le riunioni in programma

dei Rotary Club del Distretto

Agenda del Distretto

 

Visualizza gli eventi in programma

del Distretto 2032

 

Gian Michele Gancia

Governatore
Distretto 2032 A.R. 2018 - 19

gianmichele.gancia@rotary2032.it

Lettera del Governatore

Care Amiche, cari Amici,

 

circa un anno fa, all’Assemblea di formazione 2018 a Vicoforte, avevamo deciso che nel nostro anno di servizio al Rotary avremmo condiviso la visione del nostro Presidente Internazionale Barry Rassin: essere di ispirazione per favorire cambiamenti positivi e duraturi in noi stessi, in chi è vicino a noi e in chi è lontano da noi.

 

Per tenere fede alla nostra decisione, insieme abbiamo operato perseguendo tre obiettivi: attenzione a mantenere e aumentare l’effettivo dei nostri Club per rendere il Rotary sempre più forte, volontà di svolgere progetti di servizio incisivi e sostenibili con la ferma intenzione di eradicare la polio, impegno a rendere la nostra azione sempre in sintonia con il cambiamento in atto nella società civile.

 

A circa cinquanta giorni dal VII Congresso distrettuale 2019, molti di noi si stanno ancora adoperando per rafforzare ciò che di buono abbiamo fatto e stiamo facendo.

 

L’effettivo dei Club, ad oggi, è in crescita di circa 40 unità, i Club stanno lavorando bene e con cura: ognuno di noi, anche in questo ultimo periodo, deve continuare a impegnarsi proponendo nuovi Soci, per potenziare l’effettivo del proprio Club, deve contribuire, con il legame dell’amicizia e la condivisione dei progetti e della gestione del Club, a conservare l’effettivo.

 

Il Rotary è un’associazione di persone unite dagli stessi valori e ogni socio ne costituisce il capitale umano, che deve essere conservato, incrementato, reso sempre più coeso e consapevole che solo insieme possiamo realizzare cose che da soli non potremmo mai realizzare.

 

La progettualità dei Club è molto buona. I Club sono attivi in molteplici progetti di servizio tutti orientati secondo gli obiettivi prioritari del Rotary, sempre rivolti a migliorare la vita delle persone.

 

Il Distretto ha cercato sempre di essere a fianco dei Club accogliendo le richieste di sostegno dei Progetti sia con risorse della Fondazione Rotary, sia con risorse distrettuali. Questo lavorare insieme ha portato i Club a essere sempre più attenti alla necessità di assicurare alla Fondazione Rotary i contributi necessari a rafforzare il Fondo Annuale, da cui derivano i Fondi Ordinari di Designazione Distrettuale (FODD), e il programma Polio Plus Countdown to History.

 

Cerchiamo di confermare con contribuzioni generose il nostro sostegno alla Fondazione Rotary, che ci affianca e ci permette di svolgere un’incisiva azione umanitaria.

 

Così facendo saremo agenti del cambiamento, daremo l’esempio a operare per il bene delle persone, coinvolgeremo nei nostri progetti anche chi è fuori dal Rotary e, comunicando i risultati ottenuti, incuriosiremo molti a farne parte.

La comunicazione interna e esterna infatti è una questione di estrema importanza perché solo comunicando efficacemente possiamo fondere Soci anziani e giovani per una crescita equilibrata del Club, fare sapere che cosa facciamo alle nostre Comunità, essere attrattivi e migliorare la nostra presenza sui social media.

 

I giovani interactiani e rotaractiani, oggi partners del Rotary, costituiscono il valore aggiunto nell’attività di definizione e di realizzazione di ogni nostro progetto di servizio e di comunicazione. Infatti la quinta via di azione nuove generazioni, a cui è dedicato il mese di maggio, rende partecipi giovani e giovani adulti alle iniziative del Rotary, trasmette loro i messaggi positivi della nostra associazione, ci fa partecipi delle loro istanze e delle loro aspettative, ci arricchisce della loro passione, del loro talento, della loro ispirazione, elementi insostituibili per realizzare progetti umanitari di successo.

 

Dobbiamo coinvolgere i giovani alla vita del Rotary, stimolare in loro lo spirito di reciprocità, invogliarli a restituire un po’ di ciò che hanno già ottenuto, nello spirito di service above self.

 

Dobbiamo però anche riflettere su un dato, che ci può sorprendere: negli ultimi cinque anni su circa 200 giovani adulti usciti dal Rotaract solo 25 sono stati cooptati nel Rotary.

 

Il Rotary non attira i giovani o ai giovani non è stato richiesto di fare parte del Rotary?

Ognuno di noi deve fare proprio quest’interrogativo, cercare di dare una risposta personale e portare il proprio contributo al prossimo seminario Nuove Generazioni, che si svolgerà a La Spezia il prossimo 18 maggio.

 

Concludo con un’ultima notizia, che mi entusiasma: ad Amburgo saremo QUARANTA!

Grazie all’attenzione che ognuno di voi ha prestato all’appuntamento della Convention Internazionale, siamo riusciti a raggiungere il fatidico numero su cui mi impegnai più di un anno fa a San Diego.

 

Grazie!

 

Per ognuno dei partecipanti sarà un’importante esperienza formativa di Rotary con l’impegno di portare nei nostri Club lo spirito di Amburgo ed essere sempre di ispirazione.

Lettera di Maggio 2019

Seguici sui Social Network