Seguici sui Social Network

Agenda dei Club

 

Visualizza le riunioni in programma

dei Rotary Club del Distretto

Agenda del Distretto

 

Visualizza gli eventi in programma

del Distretto 2032

 

Gian Michele Gancia

Governatore
Distretto 2032 A.R. 2018 - 19

gianmichele.gancia@rotary2032.it

Lettera del Governatore

Care Amiche, cari Amici,

 

in questi mesi abbiamo spesso ricordato come l’azione umanitaria del Rotary persegua obiettivi prioritari, che permettono di affrontare, risolvere, rendere sostenibili i progetti, che realizziamo per migliorare la qualità della vita delle persone

 

I nostri obiettivi sono tutti correlati fra loro, però l’obiettivo che permette di concretizzare più efficacemente tutti gli altri è la promozione della pace e dei diritti dell’uomo. Infatti è molto difficile curare le malattie, fornire acqua pulita, proteggere donne e bambini, sostenere l’istruzione, sviluppare le economie locali senza risolvere, in modo adeguato, le cause di conflitto, che purtroppo affliggono ancora molti paesi.

 

Un esempio significativo ce lo dà il programma End Polio Now, che, proprio a causa di conflitti, stenta a raggiungere l’eradicazione completa della poliomielite.

 

Ognuno di noi deve essere un convinto promotore e ambasciatore di pace, pace intesa non solo come assenza di guerra, ma soprattutto come stato dell’animo, come attitudine positiva di considerazione del prossimo, come atteggiamento, che deve animare ogni rapporto interpersonale.

 

Dobbiamo essere ambasciatori di pace per aprire le porte all’altro, specialmente a chi ha bisogno ed è in difficoltà, per realizzare obiettivi più alti quali rendere le nostre comunità coese e pronte ad affrontare le questioni complesse poste dal tempo nuovo, che stiamo vivendo, della globalizzazione.

 

Cosa possiamo fare in concreto per promuovere la pace?

 

Un consiglio è sostenere e pubblicizzare i programmi borse di studio della pace e scambio giovani, con cui la Fondazione Rotary si prefigge di formare giovani preparati a risolvere le cause strutturali alla base dei conflitti.

 

Quest’anno il Distretto nell’ambito del progetto Ispiriamo la pace, per estendere la possibilità di partecipare con successo ai bandi per le borse di studio della pace, ha bandito una borsa di studio per un tirocinio di sei mesi da svolgersi presso l’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario (IIDU) di Sanremo, centro di eccellenza per la diffusione del diritto internazionale umanitario dell’uomo, dei rifugiati, dei migranti.

 

Per agevolare invece il coinvolgimento dei Club nel programma scambio giovani, uno dei più interessanti programmi del Rotary a favore delle nuove generazioni, il Distretto ha previsto di elargire contributi a sostegno dei giovani stranieri ospiti delle famiglie.

 

Rivolgo un invito a diffondere nei Club la notizia dell’attività che la Commissione interdistrettuale Legalità e cultura dell’etica svolge a favore della formazione degli studenti medi superiori su temi di estrema attualità.  I temi proposti quest’anno, strettamente collegati alla difesa dei diritti e della pace, sono il rispetto della persona, l’educazione ai valori e ai sentimenti quale contrasto alla violenza e alla violazione dei diritti umani.

 

Ognuno di noi sa che può fare molto per promuovere la pace comunicando il nostro impegno anche e specialmente fuori dal Rotary, facendo conoscere i progetti, che i Club svolgono, e mostrando come i nostri progetti sostengano la formazione delle persone e promuovano la comprensione reciproca.

 

È mio dovere cercare di ispirare affinché quel tanto di bene che facciamo ogni giorno con il Rotary sia conosciuto e divulgato: spetta ad ogni Rotariano spingere il Suo Club a comunicare nel modo più opportuno mediante la stampa, la televisione, i social media, organizzando un evento sul territorio, dedicando una giornata alle scuole con cui è in contatto.

 

Non dobbiamo impegnarci nel servizio in silenzio, dobbiamo creare curiosità nel Rotary, dobbiamo sollecitare chiunque a essere curioso di sapere di più su cosa fa il Rotary. Solo così potremo rendere più incisiva la nostra azione, presentare il Rotary come network utile per allacciare nuove e grandi amicizie, aumentare la voglia di farne parte.

 

Un’occasione imperdibile per apprezzare la capacità di networking del Rotary è partecipare alla Convention Internazionale, insieme possiamo fare un’esperienza di incontro e di condivisione con tanti altri Rotariani provenienti da tutto il mondo, apprezzare l’internazionalità del Rotary, scambiare idee e esperienze anche superando la diversità delle lingue.

 

Vi invito una volta di più a iscriverVi alla prossima Convention e venire dal 1° giugno al 5 giugno ad Amburgo; per qualche giorno potremo vivere il Rotary con le sue diversità, essere accolti e accogliere in amicizia persone che non abbiamo mai visto, ma condividono i nostri stessi valori.

 

Cogliamo l’occasione, promuoviamo la pace e l’amicizia tra i popoli, siamo di ispirazione e in molti troviamoci ad Amburgo.

 

 

 

 

 

 

Lettera di Febbraio 2019

Seguici sui Social Network