Seguici sui Social Network

Agenda dei Club

 

Visualizza le riunioni in programma

dei Rotary Club del Distretto

Agenda del Distretto

 

Visualizza gli eventi in programma

del Distretto 2032

 

Gian Michele Gancia

Governatore
Distretto 2032 A.R. 2018 - 19

gianmichele.gancia@rotary2032.it

Lettera del Governatore

Care Amiche, cari Amici,

 

tutte le volte che ci impegniamo a svolgere un progetto di servizio concretizziamo più di una ragione per stare nel Rotary: ci rediamo conto che possiamo migliorare la vita delle persone, possiamo rendere più salda la nostra amicizia e, lavorando insieme, possiamo aumentare il nostro entusiasmo e il nostro senso di appartenenza al Rotary.

 

Il nostro tema Siate di ispirazione ci spinge a promuovere tutto ciò che il Rotary progetta ed è capace di realizzare, a fare conoscere l’impatto positivo degli interventi che i Club svolgono, ad interessare potenziali soci per coinvolgerli nella nostra azione umanitaria.

 

Così facendo ognuno, se è pronto ad agire, è consapevole che con le sue abilità attraverso il servizio e le buone cause del Rotary, dona qualcosa di importante, ma ottiene in cambio molto di più.

 

Nel mese di aprile il calendario rotariano ci invita a riflettere come opera il Rotary per proteggere le madri e i bambini: ogni anno nel mondo muoiono sei milioni di bambini al di sotto dei cinque anni a causa della malnutrizione, della scarsa assistenza medica, dell’acqua inquinata.

 

La Fondazione Rotary ha inserito la protezione delle madri e dei bambini tra i suoi sei obiettivi prioritari e si adopera in ogni modo per migliorare l’accesso alla sanità di qualità, per assicurare alle madri e ai loro figli una vita più sana, per favorire le immunizzazioni, per prevenire le cause della malnutrizione, per garantire alle donne e ai bambini gli stessi diritti di tutti.

 

La protezione delle donne e dei bambini, infatti, deve prendere in esame non solo parametri classici come l’educazione, la salute, l’accesso all’acqua pulita, il benessere materiale, ma anche criteri di giudizio a volte poco considerati quali il diritto all’inclusione sociale e le pari opportunità a livello economico, politico, sociale.

 

L’esclusione sociale non riguarda, però, solo i paesi meno progrediti, dove spesso per le donne e per i bambini la realtà di tutti i giorni è fatta di discriminazioni. Per esempio in Italia, uno tra i maggiori paesi sviluppati, che si pone al 18° posto al mondo per inclusione, vi sono situazioni preoccupanti che riguardano la parità di genere, l’occupazione femminile, la violenza sulle donne.

 

Come rotariani dobbiamo far sì che con progetti finalizzati, sostenuti dalla Fondazione Rotary e condivisi con le istituzioni, questi contesti problematici possano essere eliminati.

 

Quest’anno durante le visite ai Club ho chiesto sempre di sostenere la Fondazione Rotary con una donazione di almeno centodieci euro, in modo tale che la Fondazione sia economicamente forte e possa sempre fornire istruzione alle donne su come prevenire la trasmissione delle malattie ai loro bambini, allattare in modo corretto, utilizzare i kit prenatali, partecipare paritariamente allo sviluppo delle proprie comunità.

 

Vi ringrazio perché siamo stati tutti generosi e spero che le donazioni continuino a crescere in questi ultimi mesi.

Ho invitato anche ogni socio ad utilizzare le sovvenzioni globali per dare vita a progetti di grande impatto dedicati a migliorare l’accesso delle donne e dei bambini a personale sanitario specializzato, ad insegnare alle giovanissime madri a gestire i loro neonati, a distribuire zanzariere per le culle, ad addestrare, mediante VTT specifici, operatori sanitari per garantire le condizioni igieniche durante il parto e per istruire all’uso della telemedicina e  operatori sociali per rendere disponibili corsi di istruzione di base e di avviamento al lavoro.

 

L’invito è stato accolto: molti soci del nostro Distretto stanno lavorando per definire significativi progetti in comunità disagiate per sostenere in vario modo l’assistenza sanitaria a madri e bambini vulnerabili.

 

Ricordo infine la campagna End Polio Now “Countdown to History”, che impegna il Rotary da trent'anni e che richiede ancora il nostro impegno per eliminare definitivamente la poliomielite dal mondo. È un programma di eccellenza del Rotary, che dal 1988 ha ridotto del 99,9% i casi di poliomielite.

 

Per essere sempre di ispirazione in tema di vaccinazioni, noi rotariani dobbiamo promuovere, con i mezzi di comunicazione a nostra disposizione, la diffusione delle informazioni provenienti dagli organismi sanitari ufficiali e contrastare con decisione le notizie frutto di pregiudizi e molte volte di nessuna conoscenza scientifica.

Per concludere, un breve cenno al prossimo Forum “Il Rotary per le Alpi del Mediterraneo”, che avrà luogo sabato 6 aprile presso l’Auditorium del Casinò di Sanremo.

 

L’evento a sostegno della candidatura delle Alpi del Mediterraneo a “Patrimonio dell’Umanità” UNESCO, condiviso con gli Amici rotariani francesi del Distretto 1730, Provenza Alpi Costa Azzurra, è una significativa testimonianza dei due Distretti transfrontalieri a favore della promozione di un territorio eccezionale e sarà anche l’ideale occasione di incontro tra i Club Rotary gemellati dei due Distretti.

 

L’invito è di partecipare numerosi per cogliere l’occasione di incontrare vecchi e nuovi amici ed iniziare con loro a definire sempre nuovi progetti per sostenere in modo efficace le cause del Rotary a favore delle nostre comunità e di comunità lontane da noi, per realizzare insieme cambiamenti positivi e duraturi, per essere di ispirazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lettera di Aprile 2019

Seguici sui Social Network